13 settembre 2017

Borgogna - Le vigne della Cote d'Or, di Armando Castagno

Ci siamo...
Da oggi alle 10:00 è prenotabile sul sito Buongiornovino il libro Borgogna di Armando Castagno con al suo interno le mie foto.

ATTENZIONE: Il libro è in prevendita, la consegna del volume avverrà entro il 13 dicembre 2017


Armando Castagno:
"Con preghiera di condivisione, una tantum.
Ho in pratica chiesto agli amici di buongiornovino, che per i primi tre mesi distribuiranno il libro (prima che arrivi Amazon), di passarmi il testo che lo presenterà, con i vari dati salienti del prodotto. Lo riporto tal quale, ringraziandoli della benevolenza, e ringraziando ancora una volta coloro che mi hanno aiutato e sostenuto in questo lavoro con pazienza infinita, che lo sappiano o no, come Paolo Buongiorno, dal quale è nato tutto, Faro Izbaziri e Andrea Federici, Alessio Papa e Valeria Conte, Monica Coluccia e Giancarlo Marino, Hosam Eldin Abou Eleyoun e Francesca Annese."

BORGOGNA - LE VIGNE DELLA CÔTE D'OR

"Testi di approfondimento e atlanti sulla Borgogna del vino sono stati pubblicati in vari Paesi, a firma di grandi specialisti. Mancava tuttavia in Italia - e in italiano - un’opera che potesse fare da punto di riferimento per chiunque intendesse approfondire uno degli argomenti più complessi e affascinanti del mondo del vino, e in generale delle culture materiali: la Borgogna, la sua storia, il suo vino, le sue vigne.

Si tratta di un’opera che non può essere definita altro che monumentale, per dimensioni e ambizione: intende porsi come affidabile strumento di studio e di lavoro per operatori, appassionati e collezionisti, e inoltre, mancando di eccessivi tecnicismi e contemplando ampie zone di autentica narrativa, può costituire l’occasione per un raffinato divertissement letterario.

Consta di 800 pagine, scritte con la minuzia stilistica con cui si scrive un racconto breve, da uno dei più qualificati critici italiani sul tema, Armando Castagno. Impreziosiscono il testo le splendide fotografie di Andrea Federici, che illustrano con sensibilità 27 capitoli enografici e due sezioni generali, con mappe dettagliate, i caratteri salienti di 116 annate a partire dal 1900, uno studio etimologico della toponomastica locale che non ha precedenti neppure in Francia, dati puntuali su altitudini e pendenze, estensioni ed esposizioni, suddivisioni interne, vicende storiche, fondamenti di climatologia, ampelografia, geologia, gastronomia.

Troverete indagate a fondo nel volume le 27 denominazioni d’origine della Côte d’Or, ciascuna trattata con la stessa dignità; vi sono raccontati i 32 leggendari Grands Crus della regione, ciascuno in una vera e propria monografia, pressoché priva di tecnicismi e, per contro, ricchissima di dettagli storici, aneddoti, particolarità, fisionomia del vino; lo stesso è stato fatto per i 356 Premiers Crus della Côte, cui sono dedicati uno spazio e un approfondimento assolutamente inedito nella letteratura precedente, e per le migliori parcelle di categoria comunale, dal Marsannay al Maranges, lungo 56 chilometri di territorio a vertiginosa densità di significato, non solo di impianto.

Un grande esponente della critica enoica come Fabio Rizzari ha redatto un’introduzione al testo, nella quale si legge tra l’altro: “La Borgogna del vino è un gruppo laocoontico nel quale si perdono esperti di tutto il mondo anche solo per acquistare la bottiglia giusta da stappare la sera con gli amici. Figuriamoci scriverne; e scriverne con cognizione di causa. Questo volume, invece, prende per mano e conduce serenamente, virgilianamente, nel labirinto borgognone, le cui multiple insidie vengono disinnescate e riordinate in una mappatura chiara, esaustiva, illuminante”. 
La prefazione del libro è stata affidata a Michel Bettane, guru indiscusso del vino mondiale.
Il mondo degli appassionati italiani di vino aspettava questo libro da molti anni, ed è un orgoglio per noi poterlo finalmente distribuire, in esclusiva assoluta fino alla metà del mese di novembre 2017. 
Il libro, dopo anni di lavoro, è infatti finalmente disponibile. È possibile prenotarne una copia (o più), a condizioni di prezzo favorevoli fino a metà novembre.

La spedizione del volume avverrà infine al più tardi nei primi giorni del mese di dicembre 2017".

DATI DEL PRODOTTO

Autore: Armando Castagno
Titolo: Borgogna – Le vigne della Côte d’Or
Prefazione: Michel Bettane
Introduzione: Fabio Rizzari 
Fotografie: Andrea Federici
Copyright e diritti di traduzione: © Paolo Bartolomeo Buongiorno e © Armando Castagno
Città e anno di pubblicazione: Roma, 2017
Stampa: Tre Bit Edizioni, Itri (Lt)
Dimensioni: cm 27 (alt.) x cm 24 (largh.)
Spessore: cm 4,7 circa
Copertina: rigida, da 350 g/m2
Numero pagine: 800 circa
Grammatura pagine: 135 g/m2, full color
Peso approssimativo del volume: 4,1 kg
Cellophanatura: per singola copia
Rilegatura: in brossura filo refe 
Per questioni inerenti i diritti di traduzione scrivere a: armando.castagno@yahoo.it
Prezzo di copertina: Euro 100
Prezzo di vendita in prenotazione: Euro 85
Apertura prenotazioni: lunedì 18 settembre 2017 ore 10:00
Per prenotazioni: www.buongiornovino.com

31 agosto 2016

Sordo Giovanni: autentici barolo

Era tanto tempo che non recensivo vino.
Non perché sia diventato astemio o non vada a trovare qualche produttore.
E questo è abbastanza evidente viste le foto che post spessissimo :-D

Ma ho avuto il piacere di provare 3 diversi cru di Barolo dell’azienda Sordo Giovanni, e mi andava di buttare giù due righe sugli assaggi.

L’azienda è una bella realtà, a conduzione familiare da oltre 3 generazioni, con la sede a Castiglione Falletto.
Di loro proprietà un bel numero di ettari vitati, 53, distribuiti in diversi comuni delle Langhe.
In pratica hanno un patrimonio vitato di qualità in diversi “cru” a Castiglione, Monforte, La Morra, Barolo, ecc… ecc…

Massimo rispetto della tradizione nei processi produttivi e nello stile, utilizzando impianti moderni per la vinificazione e lo stoccaggio nella nuova cantina di affinamento.

Tre calici di 3 diversi cru; 3 barolo diversi.

Barolo Perno 2012
Un bel rubino. Il naso è già ampio con note preponderanti di frutta rossa croccante. Al sorso il tannino è ancora un po’ nervoso, ma già gustoso al palato.
La sua giovane età è solo un piccolo neo. Introverso ma promettente.

Barolo Parussi 2012
Spruzzi al naso di frutti rossi, erbe mediche, una piccola botta alcolica iniziale e un finale balsamico. Bella bocca con ritorni di liquirizia. Elegante. In via di integrazione e di bella prospettiva.

Barolo Monvigliero  2012

Gran naso. Frutti rossi, sottobosco, goudron, cenere e note mentolate. Al gusto incisivo, carnoso, molto lungo. Austerità avvolgente ma elegante. Un gran bel barolo.