31 agosto 2016

Sordo Giovanni: autentici barolo

Era tanto tempo che non recensivo vino.
Non perché sia diventato astemio o non vada a trovare qualche produttore.
E questo è abbastanza evidente viste le foto che posto spessissimo :-D

Ma ho avuto il piacere di provare 3 diversi cru di Barolo dell’azienda Sordo Giovanni, e mi andava di buttare giù due righe sugli assaggi.

L’azienda è una bella realtà, a conduzione familiare da oltre 3 generazioni, con la sede a Castiglione Falletto.
Di loro proprietà un bel numero di ettari vitati, 53, distribuiti in diversi comuni delle Langhe.
In pratica hanno un patrimonio vitato di qualità in diversi “cru” a Castiglione, Monforte, La Morra, Barolo, ecc… ecc…

Massimo rispetto della tradizione nei processi produttivi e nello stile, utilizzando impianti moderni per la vinificazione e lo stoccaggio nella nuova cantina di affinamento.

Tre calici di 3 diversi cru; 3 barolo diversi.

Barolo Perno 2012
Un bel rubino. Il naso è già ampio con note preponderanti di frutta rossa croccante. Al sorso il tannino è ancora un po’ nervoso, ma già gustoso al palato.
La sua giovane età è solo un piccolo neo. Introverso ma promettente.

Barolo Parussi 2012
Spruzzi al naso di frutti rossi, erbe mediche, una piccola botta alcolica iniziale e un finale balsamico. Bella bocca con ritorni di liquirizia. Elegante. In via di integrazione e di bella prospettiva.

Barolo Monvigliero  2012
Gran naso. Frutti rossi, sottobosco, goudron, cenere e note mentolate. Al gusto incisivo, carnoso, molto lungo. Austerità avvolgente ma elegante. Un gran bel barolo.


Sordo Giovanni: autentici barolo

Era tanto tempo che non recensivo vino.
Non perché sia diventato astemio o non vada a trovare qualche produttore.
E questo è abbastanza evidente viste le foto che post spessissimo :-D

Ma ho avuto il piacere di provare 3 diversi cru di Barolo dell’azienda Sordo Giovanni, e mi andava di buttare giù due righe sugli assaggi.

L’azienda è una bella realtà, a conduzione familiare da oltre 3 generazioni, con la sede a Castiglione Falletto.
Di loro proprietà un bel numero di ettari vitati, 53, distribuiti in diversi comuni delle Langhe.
In pratica hanno un patrimonio vitato di qualità in diversi “cru” a Castiglione, Monforte, La Morra, Barolo, ecc… ecc…

Massimo rispetto della tradizione nei processi produttivi e nello stile, utilizzando impianti moderni per la vinificazione e lo stoccaggio nella nuova cantina di affinamento.

Tre calici di 3 diversi cru; 3 barolo diversi.

Barolo Perno 2012
Un bel rubino. Il naso è già ampio con note preponderanti di frutta rossa croccante. Al sorso il tannino è ancora un po’ nervoso, ma già gustoso al palato.
La sua giovane età è solo un piccolo neo. Introverso ma promettente.

Barolo Parussi 2012
Spruzzi al naso di frutti rossi, erbe mediche, una piccola botta alcolica iniziale e un finale balsamico. Bella bocca con ritorni di liquirizia. Elegante. In via di integrazione e di bella prospettiva.

Barolo Monvigliero  2012

Gran naso. Frutti rossi, sottobosco, goudron, cenere e note mentolate. Al gusto incisivo, carnoso, molto lungo. Austerità avvolgente ma elegante. Un gran bel barolo.

Sordo Giovanni: autentici barolo

Era tanto tempo che non recensivo vino.
Non perché sia diventato astemio o non vada a trovare qualche produttore.
E questo è abbastanza evidente viste le foto che post spessissimo :-D

Ma ho avuto il piacere di provare 3 diversi cru di Barolo dell’azienda Sordo Giovanni, e mi andava di buttare giù due righe sugli assaggi.

L’azienda è una bella realtà, a conduzione familiare da oltre 3 generazioni, con la sede a Castiglione Falletto.
Di loro proprietà un bel numero di ettari vitati, 53, distribuiti in diversi comuni delle Langhe.
In pratica hanno un patrimonio vitato di qualità in diversi “cru” a Castiglione, Monforte, La Morra, Barolo, ecc… ecc…

Massimo rispetto della tradizione nei processi produttivi e nello stile, utilizzando impianti moderni per la vinificazione e lo stoccaggio nella nuova cantina di affinamento.

Tre calici di 3 diversi cru; 3 barolo diversi.

Barolo Perno 2012
Un bel rubino. Il naso è già ampio con note preponderanti di frutta rossa croccante. Al sorso il tannino è ancora un po’ nervoso, ma già gustoso al palato.
La sua giovane età è solo un piccolo neo. Introverso ma promettente.

Barolo Parussi 2012
Spruzzi al naso di frutti rossi, erbe mediche, una piccola botta alcolica iniziale e un finale balsamico. Bella bocca con ritorni di liquirizia. Elegante. In via di integrazione e di bella prospettiva.

Barolo Monvigliero  2012

Gran naso. Frutti rossi, sottobosco, goudron, cenere e note mentolate. Al gusto incisivo, carnoso, molto lungo. Austerità avvolgente ma elegante. Un gran bel barolo.

Sordo Giovanni: autentici barolo

Era tanto tempo che non recensivo vino.
Non perché sia diventato astemio o non vada a trovare qualche produttore.
E questo è abbastanza evidente viste le foto che post spessissimo :-D

Ma ho avuto il piacere di provare 3 diversi cru di Barolo dell’azienda Sordo Giovanni, e mi andava di buttare giù due righe sugli assaggi.

L’azienda è una bella realtà, a conduzione familiare da oltre 3 generazioni, con la sede a Castiglione Falletto.
Di loro proprietà un bel numero di ettari vitati, 53, distribuiti in diversi comuni delle Langhe.
In pratica hanno un patrimonio vitato di qualità in diversi “cru” a Castiglione, Monforte, La Morra, Barolo, ecc… ecc…

Massimo rispetto della tradizione nei processi produttivi e nello stile, utilizzando impianti moderni per la vinificazione e lo stoccaggio nella nuova cantina di affinamento.

Tre calici di 3 diversi cru; 3 barolo diversi.

Barolo Perno 2012
Un bel rubino. Il naso è già ampio con note preponderanti di frutta rossa croccante. Al sorso il tannino è ancora un po’ nervoso, ma già gustoso al palato.
La sua giovane età è solo un piccolo neo. Introverso ma promettente.

Barolo Parussi 2012
Spruzzi al naso di frutti rossi, erbe mediche, una piccola botta alcolica iniziale e un finale balsamico. Bella bocca con ritorni di liquirizia. Elegante. In via di integrazione e di bella prospettiva.

Barolo Monvigliero  2012

Gran naso. Frutti rossi, sottobosco, goudron, cenere e note mentolate. Al gusto incisivo, carnoso, molto lungo. Austerità avvolgente ma elegante. Un gran bel barolo.