16 dicembre 2010

... sta arrivando....

... arriverà con un bel regalo Babbo Natale?... non so, magari un Montepulciano Valentini 2006 ...

7 dicembre 2010

Emanuele Rolfo e i suoi vini

Sono entrato in contatto con Emanuele Rolfo via Vinix.
Un valido produttore che non avevo avuto in precedenza il piacere di conoscere.

L’Azienda Agricola Cà di Cairè è a Montà d’Alba, uno dei comuni più a nord del cuneese, nella zona del Roero a sinistra del fiume Tanaro.
Fondata nel 1979 dai genitori, Francesco e Amalia, l'azienda è ormai da qualche anno gestita da Emanule, enologo che, in base alle esperienze fatte precedentemente presso altri viticoltori, applica la "sua" filosofia produttiva in cui crede.

I vigneti dell’azienda sono in una zona del Roero dal microclima particolarmente favorevole, lungo pendii ben esposti al sole su di un terreno sabbioso ricco di fossili.
Sono concimati a letame e, nel ciclo produttivo, Emanuele pone particolare attenzione in uno dei punti cruciali per ottenere vino di qualità: le tecniche in vigna. Nel suo caso fondate sull’interpretazione del territorio. La vendemmia è manuale.

Altrettanta cura Emanuele l’ha in cantina dove applica moderne tecnologie produttive, con l’obiettivo però di non stravolgere le caratteristiche del prodotto, riportando quindi in bottiglia la tipicità del suo terroir.
Si barrique quindi, ma con attenzione, ed in alcuni casi, per aumentare la longevità del vino di alcune bottiglie prodotte, un leggero affinamento in botte grande.

Ho degustato due dei suoi rossi.

Barbera d'Alba Cà di Cairé 2005
La Barbera, da13,5%, viene prodotta con fermentazione a cappello libero e macerazione a cappello sommerso per 25 giorni per poi affinare per 12 mesi in botte grande.

Rubino intenso, quasi impenetrabile, tendente al granato.
Ha una bella complessità olfattiva: frutta rossa scura, amerena in confettura, una speziatura ad accompagnarla, cacao.
In bocca una bella rotondità, acidità notevole, un tannino equilibrato ed un ottima persistenza.
Mi ha sorpreso positivamente. Già una bella beva, ma ritengo si possa evolvere davvero bene.

Roero Riserva 2006
Anche il Roero viene prodotto con fermentazione a cappello libero e macerazione a cappello sommerso per 20 giorni, per poi affinare per 12 mesi in botti di rovere da 25hl.
Dal bel rubino con unghia granato, al naso prevalgono viola, piccole bacche rosse, accompagnati da liquirizia, note terrose, tabacco e richiami balsamici.
Al gusto fresco, ha una bella tannicità, ad oggi un po’ astringente, che promette ottime evoluzioni. Ottima altrettanto la persistenza.
Se accompagna un bel piatto saporito di carni rosse è perfetto.

In conclusione non posso che confermare buono il vino bevuto ed altrettanto i prezzi a cui lo si trova sul mercato. E mi prefiggo a breve (+ o – breve ma spero comunque presto, ndr) di rifare un salto nel Roero per andarlo a trovare.

Ultima chicca: il tappo a vite per l'Arneis dell'ultima annata.
Passo recente e non sempre facile da accettare per consumatori poco propensi all'innovazione.
Per un Arneis però, dalla bevibilità immediata, ritengo personalemente sia una valida scelta.

EMANUELE ROLFO - Azienda Agricola Cà di Cairè di Rolfo Emanuele
Borgata Valle Casette, 52 - 12046 Montà d'Alba (CN)
Tel: +39 0173 971278 - www.emanuelerolfo.it